La storia e le tradizioni legate all'olio d'oliva e all'ulivo.

Dall'Antico Testamento ai nostri giorni, l'olio d'oliva è un dono prezioso.

L’olio extra-vergine d’oliva è un alimento molto antico, tant’è che viene citato addirittura nell’Antico Testamento. Fa parte, quindi, della nostra cultura da tempi immemorabili.

Gli antichi se ne servivano per i più differenti impieghi: in cucina come condimento, come unguento di bellezza e durante le funzioni religiose.
Principale ingrediente della dieta mediterranea, l’olio, cui la tradizione conferisce fin dall’antichità valenze simboliche, è da sempre utilizzato a scopi divinatori o apotropaici (per allontanare influenze maligne); impiegato nella medicina popolare come in quella ufficiale per le sue proprietà emollienti e lenitive o come base nella confezione di unguenti e creme, è indispensabile componente nei preparati cosmetici, efficace difesa per il corpo nello sport, trova utilizzo nella meccanica e nella tessitura, nella sfragistica (dal greco sphragis – sigillo) e nella statuaria. Fonte di energia termica alternativa di recente riscoperta e valorizzata, l’olio è stato apprezzato per secoli come preziosa fonte di luce.

Dall’oliva all’olio

L’evoluzione di imponenti macine e macchinari per la trasformazione delle olive ci permette di capire oggi come siano cambiate le tecniche di estrazione, le diverse fasi di lavorazione, decantazione e conservazione. La secolare ricerca dei frantoiani per ottenere un prodotto di qualità ha elaborato soluzioni tecniche sempre più sofisticate e specialistiche che oggi sono supportate da controlli sulle qualità chimiche, fisiche e organolettiche del prodotto olio extra-vergine d’oliva.

Produzione e commercio

Già in età romana, le ville rustiche, aziende agricole d’impianto moderno, e le navi onerarie testimoniano l’importanza della produzione oleicola e del commercio oleario nell’economia agricola di tutto il mondo antico.

L’uso dell’olio come fonte di luce.

Il più antico impiego dell’olio d’oliva è come fonte di luce per l’alimentazione di lampade e lanterne.
Carico di valenze simboliche e religiose, l’olio alimenta anche i lumi votivi delle tre grandi religioni monoteiste del bacino mediterraneo: ebraismo, islamismo e cristianesimo.
Pace, vittoria, prosperità, forza e rigenerazione: i significati simbolici dell’olivo sono complessi e stratificati.

L’olio come medicamento e come cosmetico.

Da millenni apprezzato per le sue proprietà curative, l’olio è ancora oggi utilizzato come base per preparati farmaceutici.
Già la sapienza medica araba, diffusa in Occidente grazie agli insegnamenti della Scuola Medica Salernitana, attribuisce all’olio virtù terapeutiche.
Per mantenere il corpo sano, sostenevano ancora prima i medici dell’antica Grecia, conviene bagnarlo di vino all’interno e ungerlo d’olio all’esterno. L’utilizzo di unguenti a base di olio era inoltre pratica comune per favorirsi nella lotta, o in altre competizioni agonistiche, e per mantenere l’elasticità della pelle degli atleti nel mondo antico.

Le olive come fonte di calore

Sembra venire dalla tradizione delle campagne una risposta al bisogno, tutto moderno, di individuazione di fonti energetiche alternative. Pani di sansa, l’ultimo scarto della spremitura delle olive, erano anticamente arsi in bracieri e scaldini e stufe. Una fonte di calore che era stata abbandonata e che viene oggi riscoperta.

L’olio come alimento

Protagonista indiscusso della dieta mediterranea, l’olio d’oliva, introdotto in cucina già nell’antica Grecia, si impone per gli alti valori nutrizionali, la leggerezza e la piacevolezza del gusto.
L’olio d’oliva è tornato alla ribalta in questi ultimi anni, dopo che per secoli se ne era quasi persa traccia. Questa ritrovata giovinezza è stata possibile grazie alle più recenti scoperte scientifico-mediche e all’impiego sempre più intenso da parte di celebri cuochi internazionali. Proprio gli studi legati alla nutrizione hanno mostrato che l’olio d’oliva ha eccellenti qualità per ciò che riguarda la salute individuale. Gli studi medici hanno dimostrato che l’olio d’oliva è molto efficace nella prevenzione di varie patologie tra cui il diabete, l’obesità, il cancro e l’invecchiamento. I dati raccolti dimostrano, inoltre, che proprio l’olio d’oliva ha eccellenti qualità terapeutiche nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, perché riduce il tasso del colesterolo nel sangue, diminuisce il pericolo di trombosi e di conseguenza i rischi di un infarto. In Occidente le malattie cardiovascolari sono una delle principali cause di morte, per questo motivo è necessario premunirsi in tutti i modi possibili.

Rispettare un regime alimentare corretto, sano e gustoso è un ottimo sistema per prevenire le patologie cardiovascolari.